Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
a cosa serve il microblading

A cosa serve il microblading

Nell’ambito del beauty e della cosmesi, il microblading è la novità più interessante degli ultimi anni. Già presente negli States da diversi anni, e arrivata in Italia da poco grazie a centri estetici seri e d’avanguardia come www.ajsorelle.com, questa tecnica serve per dire addio alle pinzette e ai loro risultati spesso deludenti, in favore di sopracciglia sempre folte e perfette. Ma scopriamo qualcosa in più!

L’importanza delle sopracciglia

Noi donne sappiamo bene che le sopracciglia stanno avendo sempre maggiore importanza estetica, in quanto danno valore allo sguardo e a tutto il viso. Per questo per noi è importante tenerle sempre in ordine e ben curate, anche se non è per niente semplice!

Con i ritmi di questa vita moderna, è sempre più difficile trovare qualche minuto per metterle in ordine. Allora basta, la soluzione oggi è data dal microblading, un trucco semipermanente che sfrutta una tecnica molto particolare, la quale cura le sopracciglia pelo per pelo, singolarmente.

Questa tecnica negli USA è molto popolare, e presente da tempo mentre in Europa sono ancora pochi quelli che la conoscono, anche se raccoglie consensi a grande velocità per merito dei grandi risultati che riesce a dare.

Insomma, sembra proprio che il microblading sia ciò di cui abbiamo bisogno per abbandonare definitivamente le pinzette. La tecnica nasce appunto per riempire quei buchi che si creano nell’arcata delle sopracciglia, che di solito riempiamo o con delle matite con colori simili a quelli dei capelli, o con dei tatuaggi che però danno dei risultati decisamente artificiosi.

Al contrario, il microblading riempiendo i peli con i pigmenti uno alla volta, dona un risultato naturale e straordinario anche per chi ha le sopracciglia molto rade e sogna di averle definite. Insomma, un’evoluzione del trucco permanente, e decisamente più naturale e quindi apprezzabile.

Come funziona

Il microblading si effettua usando degli aghi particolarmente sottili pieni di pigmento, che riempiono i fori delle sopracciglia punto per punto, rinfoltendole. Si traccia un solo pelo alla volta, e l’operatrice (che è specializzata) ha una precisione chirurgica, maggiore anche di quella del tatuaggio permanente.

Il tattoo, del resto, per via delle vibrazioni impedisce al colore di entrare sottopelle. Andando a lavorare sul singolo pelo, invece, possiamo ottenere risultati precisi e definiti, e questo grazie proprio alla penna.

Non solo: se il tattoo limita la scelta del colore, il microblading permette di andare a scegliere proprio la giusta tonalità del colore della persona, e per questo permette dei risultati ben più naturali del tatuaggio.

Procedere

Il microblading si effettua attraverso due sedute, cui segue solitamente un appuntamento per il mantenimento. La prima seduta, che costa tra i 200 e i 450 euro, vede una fase di studio, la scelta del colore e la realizzazione del disegno.

La seconda seduta avviene circa un mese dopo la prima, costa 100 euro, e consiste nel controllo e nel ritocco. Si tratta di una fase molto importante che aiuta a perfezionare il lavoro e a ottenere il risultato desiderato.

Comunque, per avere sempre le sopracciglia desiderate è opportuno ritoccare ogni anno le sopracciglia (il costo si aggira intorno ai 200 euro). Tutto il trattamento, grazie ad una crema anestetizzante che l’operatrice applica sulla zona trattata, è assolutamente indolore.