SHARE

LA CAMPAGNA

---

Tre gamer italiani vestono per un giorno i panni degli sviluppatori di videogiochi nella campagna #PIONIERE promossa da AESVI

AESVI - Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani - presenta il video documentario della campagna #PIONIERE, promossa con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza dell’opinione pubblica sul lavoro all’origine della creazione dei videogiochi e sull’importanza di garantire un’adeguata tutela della proprietà intellettuale. Leit motiv della campagna 2014 è la visione degli sviluppatori di videogiochi come “pionieri moderni” che creano nuovi mondi e danno accesso a nuove dimensioni, nuove esperienze e nuovi immaginari. Al centro dell’iniziativa tre appassionati di videogiochi, selezionati da AESVI tra coloro che si sono candidati sul sito www.all4games.it, raccontando la loro personale visione del concetto di #PIONIERE.

I vincitori hanno vestito per un giorno i panni degli sviluppatori di videogiochi all’interno degli studi italiani Bad Seed, Digital Tales e Studio Evil, visitando gli ambienti di lavoro, assistendo al processo di produzione ed incontrando le diverse figure professionali coinvolte nel complesso percorso di creazione di nuovi titoli. Il video documentario racconta in modo diretto ed emozionale estratti di vita dei “pionieri moderni”: da un lato coloro che già lavorano in uno studio di sviluppo e che ogni giorno si cimentano nell’immaginare e creare nuovi mondi per il divertimento di tutti; dall’altro i tre gamer, con la loro aspirazione di poter un giorno far parte di questa affascinante realtà lavorativa e mettersi alla prova.
All4Games, grazie per giocare insieme a noi.

LE AZIENDE

---


AESVI

---

AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) è l’associazione di categoria dell’industria dei videogiochi che promuove la campagna All4Games. AESVI rappresenta i produttori di console, gli editori e gli sviluppatori di videogiochi che operano in Italia. A livello internazionale AESVI aderisce all’ISFE (Interactive Software Federation of Europe) e a livello nazionale a Confindustria Cultura Italia (Federazione Italiana dell’Industria Culturale).

IL CONTESTO

---

L'industria dei videogiochi è uno dei settori più importanti nell’industria della cultura e dell’intrattenimento ed è da sempre all'avanguardia nell'innovazione tecnologica e creativa. Negli ultimi anni è stata in prima linea nell'offrire ai consumatori nuove modalità di intrattenimento e nel ricercare nuovi modelli per distribuire e monetizzare i propri contenuti sia offline che online.

Nonostante questo, la diffusione dei videogiochi pirata soprattutto su Internet continua ad avere un impatto dilagante nel settore. Secondo un rapporto dell’International Intellectual Property Alliance (IIPA), nel 2012 l'Italia è stata il terzo paese

al mondo per volume di scambio di videogiochi pirata su reti P2P e sempre nello stesso anno si è registrata una crescita dei siti Internet specializzati nel fornire collegamenti a videogiochi pirata contenuti da piattaforme di hosting di terze parti (cd. cyberlockers).

Nel 2012 l’Italia è stata inserita nella “Watch List” dello Special 301 Report, un rapporto redatto annualmente dal Governo USA per analizzare qual è il livello di protezione dei diritti di proprietà intellettuale nei vari Paesi del mondo. La lista di cui l’Italia fa parte comprende i Paesi che non garantiscono un livello adeguato di protezione dei diritti di proprietà intellettuale.