il benessere del cane pastore tedesco

Benessere del pastore tedesco

Mantenere il cane in salute è una responsabilità che si accetta il giorno che lo so porta a casa dall’allevatore, dal rifugio o dal canile. Uno dei modi migliori per adempiere a questa responsabilità, è la prevenzione. Si attua accompagnando il cane a fare controlli veterinari annuali, seguendo il piano di vaccinazione portandolo dal veterinario quando emerge un problema piuttosto che aspettare che diventi serio. In questo modo avrete un veterinario fidato che conosce la storia medica e comportamentale del vostro cane. Questa è una risorsa di cui sarete grati se il cane dovesse mai aver bisogno di cure per un problema serio.

Il controllo annuale del pastore tedesco

Durante il vostro controllo veterinario annuale, il vostro Pastore tedesco sarà esaminato dalla testa alla coda, letteralmente. Il veterinario gli controllerà gli occhi, orecchie, naso, bocca (compresi denti e gengive), pelle, mantello, zampe e unghie. Usando uno stestoscopio, ascolterà cuore e polmoni. Il veterinario passerà le mani lungo la spina dorsale e le costole e palperà l’addome e la zona inguinale. In questa visita e tutte le altre volte che il veterinario vedrà il cane, dovrà salire su una bilancia per essere pesato. Questa parte dell’esame non dovrebbe essere mai saltata perchè l’aumento di peso e l’inspiegabile perdita di peso possono essere i primi sintomi di malattia. Il controllo veterinario annuale vi offrirà anche l’opportunità di parlare delle vostre preoccupazioni. Il veterinario non avrà tempo per le chiacchiere ma vorrà conoscere le reali preoccupazioni che potreste avere. Non esistono domande stupide.

I parassiti nel pastore tedesco

I parassiti sono animali minuscoli che a un certo punto del loro ciclo vitale dipendono da un ospite per il proprio sostentamento, e sfortunatamente quell’ospite potrebbe essere il vostro cane. Non tutti i parassiti sono dannosi ma alcuni lo sono davvero molto. Scopriamo quali.

I parassiti interni

I parassiti interni del cane variano da innucui a letali. Eccone alcuni da cui dovrete difendervi.

Filariosi cardiopolmonare

Le dirofilarie passano la vita adulta nella parte destra del cuore e nei grandi vasi sanguigni che collegano il cuore ai polmoni dei cani e di alcuni altri animali, ma raramente degli umani. La filariosi cardiopolmonare viene trasmessa dalle zanzare portatrici delle larve dei parassiti. Il danno che provoca è progressivo, e può sfociare nell’insufficienza cardiaca Sfortunatamente gran parte dei cani non manifesta sintomi precoci della malattia. Alcuni possono avere perdita di appetito e di peso ed essere apatici. Altro possibile sintomo è una tosse secca. La filariosi si individua con un esame del sangue annuale e, se presa in tempo, può essere curata, ma il trattamento è molto duro per il cane. Il veterinario vi chiederà di somministrare al cane farmaci per la profilassi, cosa sicura, facile e poco costosa, che forniscono una protezione completa della malattia. La medicazione interrompe lo sviluppo delle dirofilarie prima che i parassiti adulti raggiungano i polmoni e provochino danni gravi.

Anchilostoma

L’anchilostoma è un parassita intestinale comune in cani e gatti. La maggior parte delle infestazioni colpiscono cuccioli e gattini, ma anche gli animali più grandi sono a rischio. le anchilostome si attaccano alla parete intestinale e si nutrono del sangue dell’animale, provocando una grave anemia e disturbi digestivi. I sintomi possono includere pallore gengivale, debolezza, vomito, diarrea e feci scure. Diagnosticate attraverso l’esame di un campione di feci, le anchilostoma non rappresentano una seria preoccupazione perchè i farmaci per la profilassi della filariosi preverranno anche le anchilostome.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *