Il noleggio a lungo termine spiegato bene

Quando si acquista una macchina nuova bisogna fare i conti al completo. Se è vero che la spesa media per una macchina non supera i 20.000 euro, secondo i dati del 2016, è anche vero che spesso questo acquisto rappresenta il frutto di un compromesso. I costi aggiuntivi devono essere comunque tenuti in conto: dobbiamo aggiungere l’immatricolazione, i costi di assicurazione, le spese per il cambio degli pneumatici, la manutenzione ordinaria e straordinaria. Quando si vuole acquistare poi il modello che ci piace, e che magari va oltre le nostre possibilità, siamo costretti a ricorrere a formule di finanziamento particolarmente onerose che pesano sul nostro portafoglio per un lungo periodo. In periodi di crisi e di sfiducia nel futuro, non è mancato chi abbia rinunciato all’acquisto della macchina nuova che voleva in favore dell’usato o di utilitarie a basso costo. Nonostante gli sforzi delle case automobilistiche di fornire sempre più accesso al credito, attraverso la rottamazione o sistemi simili.

Come risposta a questo sistema, che si stava ingessando, sono nate formule negli anni, alternative all’acquisto della macchina nuova. Da un lato l’usato sicuro ha sempre trovato il favore degli automobilisti, soprattutto grazie alla convenienza. Dal momento che un’auto nuova diventa usata il giorno stesso che la compriamo, spesso ricorrere all’usato garantito si è rivelato un’ottima scelta. Consente di acquistare il modello dei sogni e benché non sia estraneo il finanziamento, dà un forte risparmio. Risparmio naturalmente mitigato dalle spese di manutenzione superiore con l’andare del tempo. Un’auto usata ha un valore che decresce in proporzione al suo utilizzo: maggiori sono i chilometri sulle spalle, superiori saranno le spese da affrontare.

Una vera alternativa all’acquisto della macchina nuova è il noleggio a lungo termine. Questa formula si sta dimostrando molto vantaggiosa, perché da alcuni anni viene offerta ai privati, favorendone la diffusione. Per spiegare il noleggio a lungo termine non servono molte parole. Immaginate il funzionamento del noleggio breve, quello classico: si affitta una macchina per un periodo di pochi giorni, solo che in questo caso la durata può essere prevista per 3-5 anni. Con il noleggio a lungo termine le aziende, i professionisti con partita iva e perfino i privati, sanno che con un dato costo di canone mensile, possono usare la macchina per tot chilometri. Il vero vantaggio è che con unico costo forfettario possono comprendere spese importanti come il bollo, l’assicurazione (compresa quella KASKO), il cambio dell’olio e degli pneumatici, le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, il diritto alla sostituzione del mezzo nel periodo di riparazione.

Il noleggio a lungo termine conviene perché:

  1. non ci sono costi aggiuntivi oltre al canone mensile
  2. a differenza del leasing non c’è la possibilità di ricomprare la macchina
  3. nelle forme all inclusive è possibile per un’azienda o un professionista calcolare in anticipo i costi di trasporto che sosterrà nel corso degli anni
  4. c’è un’ampia deducibilità dei costi, soprattutto per coloro che utilizzano la macchina per lavorare
  5. l’uso della macchina è esteso in parte anche a dipendenti e familiari
  6. si può noleggiare una macchina nuova, che desideriamo possedere per un numero di anni ben preciso nel quale non avremo costi superiori a quelli preventivati.
  7. si può cambiare modello integrando i costi o comunque con maggior frequenza evitando di accollarsi spese superiori per periodi troppo lunghi (vedi le formule su http://www.crent.it/it/noleggio-auto-lungo-termine/)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *