Come guadagnare con youtube

Come guadagnare con Youtube

Ne avete sentito parlare, ma forse non sapete bene come funziona: guadagnare con un proprio canale Youtube, un modo diretto e molto semplice per raggiungere un vasto target di persone usando uno strumento gratuito di grande successo. Ecco allora tutto quello che dovete sapere per iniziare a guadagnare con un canale Youtube e quali sono tutte le regole da rispettare.

Come guadagnare con un canale Youtube

Avete deciso di monetizzare la vostra passione? Oppure siete esperti in qualcosa e volete mettervi al servizio del grande popolo del web per far arrivare quello che avete da dire o da mostrare? Allora Youtube è lo strumento che fa al caso vostro. Il più famoso strumento di broadcast, infatti, mette a disposizione un grandissimo potenziale non solo per chi vuole trasformare la propria passione in lavoro, ma anche per chi vuole farsi conoscersi al grande pubblico degli internauti.
In fondo, è molto semplice. Tutto quello che serve è avere un account Youtube e iniziare a pubblicare i propri video. Il web impazza in questo senso e, ormai, Youtube è diventato il luogo prediletto di chi è in cerca di tutorial per il fai da te, ricette di cucina montate ad arte in bellissimi video piacevoli da guardare, ma anche di tutorial per il make up.
E sono molte le persone che hanno raggiunto il successo proprio così, iniziando a postare i video registrati e montati a casa propria e diventati poi degli affermati Youtubers. Ma veniamo all’argomento saliente: come guadagnare con Youtube?
Il modo migliore, nonché quello più valido, è la pubblicità, proprio quella che va in onda prima del video e di cui spesso ci lamentiamo. Per ottenere la pubblicità da inserire nei propri video è necessario diventare partner di Youtube e questo avviene quando, proprio come per i blog, le visualizzazioni ai vostri contenti diventano consistenti da giustificare la volontà di monetizzare la propria attività.
Tutti gli utenti che vogliono diventare partner di Youtube devono entrare a fare parte del programma, avere un determinato numero di visualizzazioni, molti contenuti caricati sul canale con una certa regolarità e cadenza e non violare mai le leggi in materia di copyright.
Un altro modo per guadagnare con Youtube è la collaborazione con le aziende, attraverso le affiliazioni di Youtube. Questo metodo, però, è molto meno ambizioso del primo e funziona bene soltanto se non avete grandi ambizioni in termini di guadagno e celebrità.
Gli utenti possono cercare il network più in linea con il proprio canale Youtube attraverso la piattaforma SocialBlade, oppure consultando le classiche dei top 100 network che trovate facilmente in Internet. Quindi non vi resta che scegliere il tipo di affiliazione a cui siete interessati.
Esistono diverse tipologie di affiliazioni, ma una regola che vale per tutti è il tipo di pagamento che viene erogato da Youtube. I video vengono pagati secondo un determinato criterio, conosciuto con l’acronimo di CPC. La sigla significa “costo per mille impressioni” e il guadagno è generato in base a quanto gli sponsor pagano; per ogni 1000 visualizzazioni di un video viene corrisposto il denaro, ma si tratta di cifre molto basse che tali rimarranno a meno che non aumenti vertiginosamente il numero di visualizzazione per video.

Come monetizzare i video su Youtube

In un primo momento non preoccupatevi troppo della parte economica: se non avete sufficienti visite, guadagnerete ben poco. Quindi, per prima cosa pensate a creare il vostro pubblico personale e una nicchia di persone che potrebbero seguirvi e interessarsi ai contenuti che proponete. Ricordatevi anche che i video, per essere apprezzati, cliccati e condivisi, devono essere belli, accattivanti, ben costruiti e, soprattutto, interessanti. Solo in un secondo momento, e quanto la vostra attività è ben avviata, potete pensare finalmente a monetizzare.
Come diventare partner Youtube
Se avete scelto di diventare partner Youtube, la prima cosa da fare è verificare se si hanno tutte le caratteristiche per poterlo fare. Il primo passo è verificare la propria reputazione sul web; basta accedere al proprio canale Youtube e cliccare su “norme della community e copyright”. Se compare un bollino di colore verde, allora è possibile procedere, mentre se il pallino è rosso è impossibile procedere ulteriormente.
A questo punto è necessario cliccare sul pulsante “attiva”, sotto la voce “monetizzazione” e la richiesta verrà inviata automaticamente. Se così non fosse, è necessario accedere alla sezione dedicata del proprio account e compilare il modulo virtuale. Sarà necessario quindi cliccare sull’opzione che indica l’abilitazione dell’account e spuntare le tre caselle poste nella parte finale del riquadro centrale. A questo punto, non vi resta che accettare le condizioni.
Il passo successivo è scegliere il tipo e il formato di annunci che vi vengono proposti e cliccare l’opzione “monetizza” per proseguire. Youtube si riserva il diritto di esaminare l’account e analizzare le singole richieste; gli utenti che vengono accettati dal programma si vedranno comparire direttamente la pubblicità all’interno dei propri video. Se invece la richiesta non sarà accettata, riceverete una notifica in cui vengono esposte le motivazioni.
I banner della pubblicità si possono attivare semplicemente accedendo dal proprio canale; basta selezionare “gestione video”, aggiungere la spunta di fianco ai video che si desidera monetizzare e cliccando su “monetizza”.
I video devono sempre essere originali, altrimenti monetizzare non sarà possibile. Non deve esserci, quindi, nessuna violazione di copyright e non devono essere violate le norme di comportamento elencate nel regolamento. Prima di inserire la pubblicità Youtube verifica i contenuti e le verifiche, alle volte, possono durare anche 48 ore. In altri casi, invece, è possibile che vengano richieste ulteriori informazioni per verificare che l’utente sia in possesso di tutti i contenuti richiesti.

Come si ricevono i pagamenti

Il sistema utilizzato per il pagamento da Youtube è il programma Adsense e, quindi, requisito base per poter ricevere il pagamento è l’apertura di un account adsense collegato a Youtube. Se non avete dimestichezza con Adsense e non conoscete le regole che ne sono alla base, Google offre delle guide complete e dettagliate, anche per principianti, che spiegano passo dopo passo che cos’è Adsense e come utilizzarlo nel migliore dei modi.
Guadagnare con Youtube: come fare con il fisco

Molti si chiedono come dichiarare i soldi guadagnati con Youtube al fisco. A questo proposito è importante premettere alcune cose. La prima è che, purtroppo, non esiste ancora una regolamentazione giuridica, e fiscale, che regoli come e in quali termini sia possibile regolamentare i guadagni on line.

Su Internet si trovano spiegazioni di ogni sorta, spesso anche fuorvianti e scorrette; meglio contattare un buon commercialista, esporgli la vostra attività e fare tutte le domande del caso. In linee generali, guadagnare tramite banner pubblicitari viene considerata un’attività di tipo economico da gestire con l’apertura di una partita iva.

Guadagnare con il proprio canale Youtube: alcuni consigli vincenti

Se avete un progetto, tante belle idee e un canale Youtube, non vi resta che buttarvi e realizzare quello che avete in mente. Eccovi allora alcuni consigli preziosi per riuscire bene nella vostra impresa e avere successo:

  • Produrre contenuti di qualità
    Se volete avere un seguito e crearvi un pubblico fedele che apprezza i vostri contenuti e li reputa utili, dovete produrre video di buon qualità: interessanti e con obiettivi precisi.
  • Farsi conoscere
    Partecipare è fondamentale se volete avere successo su Youtube e monetizzare la vostra attività. Questo deve tradursi automaticamente nella partecipazione attiva sul canale: commentate i video degli altri e partecipate sempre alle discussioni in modo pertinente.
  • Non avere fretta
    Il successo, in termini di visualizzazioni e dal punto di visto economico, potrebbe arrivare anche dopo anni. Sì, proprio così. Per farsi conoscere ci vuole tempo, ma se il vostro lavoro sarà ben fatto e sempre di qualità prima o poi le soddisfazioni arrivano.
  • Puntare a creare un valore aggiunto
    I contenuti che pubblicate non devono essere fini a sé stessi, ma devono avere una loro logica e un’utilità precisa per gli utenti. Se un video serve a qualcosa, nel senso che aiuta qualcuno nel concreto a risolvere un problema, o molto più semplicemente diverte e piace come contenuto di intrattenimento, è destinato ad avere successo.
  • Produrre contenuti creativi
    Più un contenuto è creativo e meglio è. Il segreto è creare qualcosa di diverso, originale e puntare su qualcosa a cui nessuno prima aveva pensato. Sondare un terreno inesplorato è il modo migliore per crearsi una nicchia di pubblico precisa.
  • Puntare sull’inglese
    Forse non ci avevate pensato, ma puntare sull’inglese può aiutarvi, e di molto, ad aumentare il vostro pubblico e a estenderlo oltre i confini. Se i vostri video sono montati sono con video e parole, basterà semplicemente una buona grafica, mentre se siete voi stessi a comparire in video, nel caso in cui proponiate consigli o tutorial, ricordatevi che la pronuncia in inglese deve essere pressoché perfetta.
  • Proporre sempre contenuti originali: vietato copiare
    Requisito fondamentale per avere successo con il proprio canale Youtube è quello di essere originali. Copiare non serve a nulla e, anche se può sembrare una facile scorciatoia, non crea valore aggiunto e non è certo il modo migliore per proporsi con contenuti freschi e nuovi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *